Laboratorio di ricerca per piccoli esploratori

È tutto merito "dell´angolo delle scoperte" se ora anche i più piccoli possono condurre ricerche. L'obiettivo del noto laboratorio di ricerca, che al momento collabora intensamente con 28 asili di Salisburgo, è quello di stimolare e incentivare il naturale interesse dei bambini verso la scienza. Grazie a più di 70 esperimenti appassionanti, raccolti in una guida pratica, l'angolo delle scoperte offre anche ai bambini più piccoli l'occasione di scoprire i fenomeni tipici del nostro ambiente naturale attraverso giochi supervisionati da esperti.

Seminario di formazione scientifica nella sede centrale di W&H a Bürmoos
Seminario di formazione scientifica nella sede centrale di W&H a Bürmoos

Questa idea innovativa è stata sviluppata da Bernadette Unger (insegnante di scienze in una scuola secondaria e all'asilo), dal Dott. Konrad Steiner (professore di scienze in un istituto professionale) e dal Dott. Gunther Seidl (chimico in pensione). Dopodiché, l'azienda di tecnologie mediche Tecan con sede a Grödig, ha aderito al progetto e ne ha supportato la realizzazione a partire dal 2010. Dall'inizio di quest'anno, la società familiare W&H Dentalwerk Bürmoos GmbH ne è lo sponsor principale. Il primo seminario di formazione scientifica per insegnanti di asilo, che si è svolto nella sede centrale di W&H il 30 marzo 2016, ha ufficialmente dato inizio a uno scambio reciproco di esperienze e allo sviluppo “dell'angolo delle scoperte".

L'obiettivo principale dell'area è quello di offrire ai bambini la libertà di scoprire le varie leggi della natura, supervisionati da esperti. Questa iniziativa si basa sulla caratteristica innata dei bambini, che fa di loro esploratori curiosi. "Materie scolastiche all'apparenza molto astratte come matematica, fisica o informatica, diventeranno il pane quotidiano di bambini che, fin dall'infanzia, entreranno in contatto con la scienza."

Trovare risposta agli interrogativi scientifici grazie all'uso di tutti i sensi (Foto di: Chris Hofer)
Trovare risposta agli interrogativi scientifici grazie all'uso di tutti i sensi
(Foto di: Chris Hofer)
Alcune indicazioni preziose sono sufficienti per condurre gli esperimenti in modo divertente ed educativo
Alcune indicazioni preziose sono sufficienti per condurre gli esperimenti in modo divertente ed educativo

"L'angolo delle scoperte è il metodo perfetto per far conoscere la scienza ai bambini che, grazie al gioco, scopriranno tutto quello che c'è da sapere", spiega il direttore generale di W&H Peter Malata. L'ingegno tecnologico dei giovani rappresenta uno degli elementi cruciali per il successo di W&H. "In una realtà industriale come la nostra, abbiamo bisogno di talenti in campo tecnologico e, per riuscirci, è importante impegnarci in questa direzione per incentivarne lo sviluppo", aggiunge Malata. Grazie alla collaborazione del comune di Bürmoos, W&H ha già fornito agli asili della città il supporto finanziario di cui hanno bisogno per sviluppare questo progetto. Anche nel paese di Lamprechtshausen, il produttore odontoiatrico ha unito le forze con l'azienda Sigmatek GmbH & Co KG e con l'amministrazione comunale, per dare vita a un laboratorio di ricerca all'interno dell'asilo della cittadina. Dall'inizio del 2016, W&H è lo sponsor principale “dell'angolo delle scoperte". Partecipa attivamente al progetto, stimolandone un ulteriore sviluppo sistematico e favorendo lo scambio di approcci educativi e di idee alla base della filosofia aziendale di W&H.


Il primo seminario di formazione scientifica

Ricerca e sperimentazione scrupolose sono state le tematiche del primo seminario di formazione scientifica per insegnanti di asilo, tenutosi nella sede centrale di W&H il 30 marzo 2016. Circa 30 partecipanti hanno approfittato di questa opportunità per acquisire familiarità con alcuni esperimenti scientifici selezionati dall'angolo delle scoperte in materie come biologia, fisica e chimica sotto la supervisione di Bernadette Unger, il Dott. Gunther Seidl e altri esperti. Oltre all'elevata qualità degli strumenti e alla presenza di apparecchiature realizzate appositamente per i bambini, tra le attrezzature del laboratorio di ricerca è presente anche una guida pratica che contiene più di 70 istruzioni per condurre gli esperimenti. Dalla colla realizzata con orsetti gommosi, fino al radiatore alimentato a energia solare e all'altimetro, “l'angolo delle scoperte” offre l'opportunità di sperimentare e apprendere tutto ciò che c'è da sapere sulle leggi della natura, sui vari materiali, sui legami chimici e su argomenti tecnici.

La mascotte Elli, lo scoiattolo ricercatore
La mascotte Elli, lo scoiattolo ricercatore

Durante il seminario di formazione di W&H sono state condivise le esperienze e i metodi per consentire un apprendimento efficace dell'argomento. Durante le sessioni interattive i partecipanti hanno ricevuto indicazioni preziose su come condurre gli esperimenti in modo divertente ed educativo. L'obiettivo principale dell'idea alla base dell'angolo delle scoperte è il desiderio di far capire il legame con il mondo della scienza e di stimolare nei bambini l'interesse verso argomenti scientifici, senza caricarli della pressione che solitamente caratterizza l'ambiente scolastico.

W&H, lo sponsor principale dell'angolo delle scoperte
Nell'immagine (da sinistra a destra): Dott. Gunther Seidl (chimico in pensione), Dott. Konrad Steiner (professore di scienze in un istituto professionale), Bernadette Unger (insegnante di scienze in una scuola secondaria e all'asilo), Daniela Malata (membro del comitato esecutivo di W&H), Peter Malata (direttore generale di W&H) e Dott. Michael Reiter (direttore della gestione prodotto di W&H)

"Gli studi mostrano che i bambini che entrano in contatto con la scienza fin da piccoli sono in grado di acquisire capacità di intuizione e di sviluppare strategie di riflessione sorprendenti", spiega Bernadette Unger. “L'angolo delle scoperte” permette anche ai bambini più piccoli di imparare, attraverso il gioco, il lato entusiasmante della scoperta e della ricerca scientifica. Durante il seminario di formazione, il direttore generale di W&H Peter Malata ha sottolineato che, nelle scuole, non viene offerta una preparazione adeguata in materie come matematica, informatica, scienze naturali e tecniche. L'obiettivo è quello di utilizzare i metodi adatti per garantire che queste materie vengano affrontate nel modo migliore.

In quanto nuovo sponsor principale “dell'Angolo delle scoperte”, W&H desidera contribuire in modo significativo all'entusiasmo e alla curiosità verso le scienze di tutti i bambini, di oggi e di domani.